Notizie
Rimani aggiornato
Italia, 05.06.2020

L'impegno per la protezione del clima

Mayr® è un'azienda sostenibile e neutrale dal punto di vista climatico.
L'impegno per la protezione del clima

La nota azienda a conduzione familiare Mayr® di Mauerstetten, nella regione di Allgäu, in Germania, è da sempre impegnata nella sostenibilità e nella protezione del clima; dal 2020 è a impatto zero. Per raggiungere i propri obiettivi di sostenibilità, l'azienda di ingegneria meccanica si affida a una serie completa di misure che vanno dalla generazione di energia propria alla riduzione al minimo del consumo di carta e all'acquisto di certificati climatici.

Questo rende l'azienda una delle prime del settore a compensare volontariamente le proprie emissioni secondo il Protocollo di Kyoto.

Da Fridays for Future all'Alleanza per un Allgäu 2030 neutrale dal punto di vista climatico, la protezione del clima è l'argomento di cui tutti parlano. E la pandemia di Coronavirus ha aumentato ancora una volta la consapevolezza dell'impatto dell'uomo sulla natura. "Come azienda, siamo responsabili del mondo di domani.  La natura intatta e la conservazione del nostro sostentamento per i nostri figli e le generazioni future ci stanno molto a cuore. La gestione sostenibile ha plasmato la nostra filosofia aziendale sin dalla fondazione dell'azienda e, per quanto riguarda la protezione del clima ci troviamo ora nel bel mezzo di un processo, spiega Ferdinand Mayr socio amministratore dell'azienda familiare con sede in Allgäu.

L'impegno per la protezione del clima comprende attualmente molti aspetti diversi, a partire dalla certificazione della gestione energetica e ambientale dell'azienda in conformità alla norma DIN EN 16247-1 (energia) e DIN EN ISO 14001 (ambiente). Inoltre, dal 2017, l'elettricità viene generata dall'impianto di cogenerazione dell'azienda e dagli impianti fotovoltaici sui tetti dei capannoni di produzione e assemblaggio. "Dal 2017, abbiamo equipaggiato completamente ogni nuova area del tetto dei capannoni con sistemi fotovoltaici. Ciò significa che siamo in grado di coprire circa l'11% del nostro consumo di elettricità con l'elettricità che generiamo noi stessi", spiega l'Amministratore Delegato Günther Klingler. "Inoltre, da diversi anni lavoriamo per ridurre al minimo il consumo di carta, con l'obiettivo di un ufficio senza carta, e utilizziamo macchine ad alta efficienza energetica nella produzione".  Ulteriori misure nel campo della mobilità elettrica, della ristrutturazione energetica degli edifici esistenti o dell'espansione degli impianti fotovoltaici sono già in fase di pianificazione o implementazione. "Nel complesso, non ci preoccupiamo tanto di predeterminare un percorso fisso, quanto di agire in molte aree diverse", ha proseguito Günther Klingler. "Dopo tutto, non vogliamo solo analizzare i problemi, ma anche affrontarli e risolverli. La soluzione perfetta potrebbe non esistere ancora, ma il successo dipende in larga misura dalle nostre azioni volontarie e coerenti - per proteggere il mondo che trasmetteremo ai nostri figli, nipoti e pronipoti".   

Ferdinand Mayr aggiunge: "La situazione da Coronavirus, in particolare, ci offre anche delle opportunità che stiamo sfruttando ora e che intendiamo sfruttare in futuro.  Un maggior numero di lavori svolti da remoto sta riducendo le emissioni, così come le teleconferenze al posto dei viaggi aerei (ove possibile e opportuno).  Vediamo così l'opportunità di combinare l'efficienza con la protezione del clima".

Zero emissioni dal 2020

Mayr® è in cammino verso una maggiore protezione del clima e sostenibilità, grazie a una serie di progetti.  Tuttavia, in quanto azienda industriale, le emissioni sono inevitabili. L'azienda di ingegneria meccanica attua misure di compensazione per raggiungere gli obiettivi anche a breve termine e contrastare il cambiamento climatico causato dall'uomo. "Abbiamo fatto registrare le emissioni di gas serra generate dalle attività della nostra azienda e poi le abbiamo compensate acquistando certificati di protezione del clima per gli anni 2020 e 2021", spiega Ferdinand Mayr.

Con questi certificati, l'azienda sostiene un totale di tre progetti: uno in India per generare elettricità dai residui di biomassa, uno in Cina (distribuzione di cucine solari efficienti alle famiglie rurali) e uno in Turchia per generare energia rinnovabile dall'energia eolica. "Siamo ben consapevoli del fatto che l'acquisizione di certificati climatici non è priva di controversie. Per noi è fondamentale che le misure di compensazione non siano l'unica cosa che facciamo, ma rappresentino solo una parte del nostro impegno per la protezione del clima. Dobbiamo comunque continuare a migliorare la nostra impronta. L'alternativa sarebbe quella di non compensare, che a nostro avviso non è molto meglio. L'acquisto sosterrà o finanzierà almeno i progetti in Asia, creando una situazione vantaggiosa per entrambe le parti", afferma Ferdinand Mayr. Di conseguenza, la CO2 viene risparmiata nelle aree in cui è particolarmente facile farlo. Dopo tutto, i gas serra si disperdono uniformemente nell'atmosfera. Questo è un altro motivo per cui ha senso evitare le emissioni dove i costi sono più bassi. Allo stesso tempo, i progetti contribuiscono a migliorare la situazione economica, sociale ed ecologica a livello locale e sostengono l'attuazione degli obiettivi di sostenibilità delle Nazioni Unite.  Per la compensazione delle emissioni di gas serra, Mayr® ha ricevuto il titolo di "azienda a emissioni zero". Questo rende l'azienda una delle prime del settore a compensare volontariamente le proprie emissioni ai sensi del Protocollo di Kyoto. "Siamo anche un partner affidabile per i nostri clienti in questo settore. E anche noi ci concentriamo consapevolmente su catene di approvvigionamento sostenibili", aggiunge Günther Klingler.

Potenziale di risparmio energetico anche nei prodotti Mayr®: controllo intelligente dei freni

Nello sviluppo dei freni elettromagnetici di sicurezza, Mayr® ottimizza il flusso magnetico attraverso la progettazione e la selezione dei materiali, in modo da generare la forza di trazione magnetica richiesta con la minore capacità possibile della bobina, poiché il dimensionamento ottimale delle bobine magnetiche e il design resistente al campo magnetico sono aspetti importanti per il risparmio energetico.  Tuttavia, il potenziale di risparmio è molto più elevato durante il funzionamento: il controllo ottimale dei freni con uno speciale rettificatore ROBA® significa un risparmio energetico fino al 93%.

mac-book
nuovo

Mayr+

Con i Servizi Mayr+ potrai usufruire di funzioni esclusive